Responsive image
Cristina Rivera Garza

Nessuno mi vedrà piangere

traduzione di Raul Schenardi

Amazzoni
2008, pp. 256, Brossura 14,5x20,5

ISBN: 9788888700977
€ 14,00
Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello € 14,00
Aggiungi a wishlist Aggiungi a wishlist Aggiungi a wishlist
Scheda libro

Messico, 1920. Nel manicomio La Castañeda, Joaquín Buitrago, fotografo fallito e morfinomane, ritrae la pazzia sul volto degli internati. Tra loro riconosce Matilda, incontrata anni prima in un celebre bordello: ossessionato dalle ombre di lei, dai suoi silenzi, cercherà di ricostruirne la storia. Dall’infanzia passata in una lussureggiante piantagione all’età adulta segnata da amori turbolenti e dalla testarda ribellione contro le convenzioni sociali, Matilda si muove in un paese in bilico tra inarrestabile progresso e velleità reazionarie.
Carnale e avvolgente, il romanzo racconta di una follia che non è solo emarginazione, di una disperazione che si apre alla speranza, e lo fa con tocco lieve ma intenso, come lodore di vaniglia che si sprigiona da ogni pagina.

Autore

Cristina Rivera Garza

Nata in Messico nel 1964, laureata in storia, ha insegnato in numerose università. È autrice di racconti e romanzi. Nessuno mi vedrà piangere ha vinto numerosi premi nazionali e ha ricevuto elogi da scrittori del calibro di Carlos Fuentes.