Responsive image
J.R. Ackerley

Il mio cane Tulip

traduzione e cura di Giona Tuccini

Intrecci
2007, pp. 160, Brossura 14,5x20,5

ISBN: 9788888700854
€ 13,00
Fuori catalogo Fuori catalogo Fuori catalogo
Aggiungi a wishlist Aggiungi a wishlist Aggiungi a wishlist
Scheda libro

Il letterato inglese J.R. Ackerley non avrebbe mai immaginato di diventare un amante dei cani fino a quando, ormai avanti con gli anni, incontra Tulip, una femmina di pastore tedesco che decide di prendere con sé. L’uomo inaspettatamente si affeziona alla cagnetta scoprendo con lei il rapporto ideale cercato invano per anni.
Il mio cane Tulip è il racconto agrodolce di sedici anni di vita condivisa, e allo stesso tempo una profonda e sottile riflessione sul precario equilibrio alla base di ogni legame affettivo.

“Ecco uno dei maggiori capolavori della letteratura sugli animali.” CHRISTOPHER ISHERWOOD

Autore

J.R. Ackerley

Nato nel Kent nel 1896, per molti anni è stato redattore letterario di “The Listener” e ha collaborato ai programmi culturali della BBC. È morto nel 1967 a Putney, nei dintorni di Londra. Scrittore di chiara fama, viaggiatore infaticabile e cronista prolifico, ha trascorso gran parte della sua vita a Londra. È stato amico di E.M. Forster, Wystan H. Auden, Christopher Isherwood, Virginia e Leonard Woolf. Ha pubblicato testi teatrali, quattro memoriali e un romanzo, incentrati in prevalenza sui suoi affetti. Del 1960 è il suo unico romanzo, Tutto il bene del mondo (We Think the World of You), da cui nel 1988 è stato tratto un film con Alan Bates.