Responsive image
Enrique Vila-Matas

Il viaggio verticale

traduzione di Simone Cattaneo

Intrecci
2006, pp. 208, Brossura 14,5x20,5

ISBN: 9788888700663
€ 14,00
Fuori catalogo Fuori catalogo Fuori catalogo
Aggiungi a wishlist Aggiungi a wishlist Aggiungi a wishlist
Scheda libro

Federico Mayol, in una giornata sferzata dal vento e da scrosci di pioggia, si ritrova a vagare smarrito per le strade della sua città, Barcellona. Gli unici appigli che gli impediscono di sprofondare nell’abisso della disperazione sono i tavoli di alcuni bar e il suo senso dell’umorismo. Ha una settantina d’anni e sua moglie, dopo mezzo secolo di matrimonio, ha deciso di disfarsi di lui per poter vivere la vita che le è sempre stata negata dall’ingombrante e autoritaria presenza del marito. Per Federico si schiudono le porte di un futuro incerto e per nulla allettante, non può far altro se non fuggire da una realtà ormai ostile. Inizia così un viaggio di formazione che lo condurrà a Oporto, Lisbona e infine a Madeira, verso un sud desiderato con tutte le forze, verso un inabissarsi nella propria memoria e nei propri fantasmi...
Un romanzo amaro e coinvolgente. Una navigazione insidiosa tra gli scogli della vecchiaia, della solitudine, della follia.

“Una maestria che fa di lui un autore insostituibile.” EL PAÍS

“Uno scrittore con un'immaginazione straordinaria.” LIBÉRATION

Autore

Enrique Vila-Matas

(Barcellona 1948) Autore di una vasta, provocatoria e personalissima opera narrativa, in cui spiccano Storia abbreviata della letteratura portatile, Suicidi esemplari e Bartleby e compagnia. Ha anche pubblicato varie raccolte di articoli e saggi. Fenomeno di assoluta originalità nella letteratura spagnola, tradotto in sedici lingue, ha ricevuto premi in tutto il mondo, fra cui il Flaiano 2006 e il Ròmulo Gallegos, il più importante riconoscimento latinoamericano.