Responsive image
Amélie Nothomb

Dizionario dei nomi propri

traduzione di Monica Capuani

Amazzoni
2004, pp. 160, Brossura 14,5x20,5

ISBN: 9788888700168
€ 13,00
Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello € 13,00
Aggiungi a wishlist Aggiungi a wishlist Aggiungi a wishlist
Scheda libro

Se il nome di una persona ne influenza il destino, allora quello della piccola Plectrude non potrà che essere straordinario. Nata in prigione da un’uxoricida, allevata dopo il suicidio della madre da una zia che la preferisce spudoratamente alle sue stesse figlie, sembra destinata a un futuro prodigioso. Misteriosa ed enigmatica come una dea, bella come una principessa delle fiabe, sicura come una creatura di intelligenza superiore, inizia la sua vita a passo di danza, inconsapevolmente avvolta dall’ombra del suo passato tragico e violento. Armata di una volontà di ferro, una promettente ballerina. Poi, la caduta. Un rovinoso incidente le impedisce per sempre di danzare. Ma la vita ha in serbo altre sorprese per Plectrude. Una carriera di cantante di successo. Un principe azzurro che le fa scoprire l'amore. E un omicidio à la Ionesco.
Una favola moderna, ricca di sfumature noir, in cui si intrecciano i temi cari alla scrittrice: il cibo, la notte, l’acqua. La morale, non proprio rassicurante, è che si può essere felici anche da adulti, ma forse non è possibile conservarsi innocenti. Finale assolutamente inatteso, in puro stile Nothomb.

prima edizione: febbraio 2004
terza edizione: novembre 2009

Autore

Amélie Nothomb

Nata a Kobe, Giappone, nel 1967 da genitori diplomatici, oggi vive tra Bruxelles e Parigi.
Scrittrice di culto non solo in Francia – dove ha esordito nel 1992 con Igiene dell’assassino, il romanzo che l’ha subito imposta – pubblica un libro l’anno, scalando a ogni uscita le classifiche di vendita.
Innumerevoli gli adattamenti cinematografici e teatrali ispirati ai suoi romanzi e i premi letterari vinti, tra cui il Grand Prix du roman de l’Académie Française e il Prix Internet du Livre per Stupore e tremori, il Prix de Flore per Né di Eva né di Adamo, e due volte il Prix du Jury Jean Giono per Le Catilinarie e Causa di forza maggiore.
Sete, uscito in Francia nel 2019, è arrivato secondo al Prix Goncourt dello stesso anno.
Tutti i suoi libri sono pubblicati in Italia da Voland.