Responsive image
Alexandra David-Néel

Viaggio di una parigina a Lhasa

a cura di Emilia Gut

Confini
2003, pp. 304, Brossura 14,5x20,5

ISBN: 9788888700144
€ 13,00
Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello € 13,00
Aggiungi a wishlist Aggiungi a wishlist Aggiungi a wishlist
Scheda libro

Nuova edizione e nuova veste grafica.
In un paese magico e incontaminato, il Tibet, una donna, Alexandra David-Néel, si avventura per raggiungere Lhasa, la capitale. È l’autunno del 1920. Alexandra intraprende un cammino difficile, sopportando fame, sete e freddo, superando imprevisti e ostacoli continui, travestita da mendicante tibetana. Niente e nessuno riuscirà a fermare questa donna che, a piedi ed elemosinando, con eroica e ammirevole lentezza, raggiungerà dopo tre anni la meta prefissata. Sarò la prima donna europea a entrare nella città proibita agli stranieri.

prima edizione: settembre 1997
sesta edizione: luglio 2013

Autore

Alexandra David-Néel

Louise Eugenie Alexandrine David (1868-1969) nasce a Saint-Mandé, vicino Parigi. Orientalista, conferenziera e instancabile viaggiatrice, nel 1904 sposa Philippe Néel. Nel 1911 l’uscita di Buddismo del Buddha coincide con la sua partenza per l’Asia. Philippe non rivedrà la moglie che nel 1926. Lei intanto si recherà in Nepal, Cina, Corea, Giappone, fino a entrare nel 1925, prima donna europea, a Lhasa, la città proibita agli stranieri. L’impresa è riportata dalla stampa di tutto il mondo e Alexandra, una volta tornata in Europa, pubblica i suoi libri più famosi: Viaggio di una parigina a Lhasa, Il Lama dalle cinque saggezze, Mistici e maghi del Tibet, Nel paese dei briganti gentiluomini (tutti pubblicati da Voland). Morirà ultracentenaria e le sue ceneri verranno disperse nel Gange.