Responsive image
Moacyr Scliar

Il centauro nel giardino

a cura di Guia Boni

Intrecci
2002, pp. 208, Brossura 14,5x20,5

ISBN: 9788886586870
€ 12,00
Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello € 12,00
Aggiungi a wishlist Aggiungi a wishlist Aggiungi a wishlist
Scheda libro

Il centauro Guedali è tornato alla normalità. Al posto degli zoccoli, i piedi. Via la coda, via le zampe. Ma della vita passata rimane il fremito del galoppo, la libertà della pampa, l’imperativo di una sessualità sfrenata. Nell’odissea del centauro che diviene uomo (marito, padre, imprenditore) la bizzarria è davvero inesauribile. Sullo sfondo di un Brasile tutto reale si avvicendano incontri improbabili e figure irrequiete: la vecchia levatrice, il circoncisore e il chirurgo marocchino, la sfinge Lolah bella e sventurata, il cavallo alato, indios e stregoni, i nani del circo e la domatrice ninfomane. Un delirio mitologico. Ma soprattutto una simbologia formidabile che dà voce all’anomalia vista da dentro con la potenza dolorosa e autoironica dell’autore che fa della diversità il vero motore di questo romanzo, orchestrando con estro chagalliano non solo gli archetipi culturali ebraici, ma anche la lotta tra bestiale e umano e il loro ancestrale legame.

DISPONIBILE SOLO PRESSO L’EDITORE

Autore

Moacyr Scliar

Figlio di ebrei russi emigrati in Brasile, è nato a Porto Alegre nel 1937. Medico e scrittore, è autore di romanzi, racconti e saggi in cui riversa la sua formazione poliedrica e la sua particolarissima ironia. Tradotto in dodici lingue, eletto membro a vita dell'Accademia Brasiliana di Lettere nel 2003, è scomparso nel 2011.
Voland ha pubblicato L’orecchio di Van Gogh (2000), vincitore del premio Casa de las Américas, Il centauro nel giardino (2002), incluso nella classifica dei cento romanzi più belli di tutti i tempi dal National Yiddish Booker Center of New York (The 100 Greatest Works of Modern Jewish Literature), La donna che scrisse la Bibbia (2004) e I leopardi di Kafka (2006).