Scheda libro

Un orfanotrofio alla periferia di Tbilisi nella Georgia postsovietica. Lo chiamano la “scuola dei ritardati”: nato per ragazzi con disabilità intellettiva, è ormai frequentato da orfani e figli di migranti, che vengono cresciuti tra abusi e negligenza. Tra loro c’è Lela, una giovane temprata dalla rabbia che, mentre progetta l’omicidio dell’insegnante di storia, sogna un futuro migliore lontano da lì, oltre il campo delle pere. Quando, ormai maggiorenne, può finalmente fuggire dall’incubo, Lela decide di restare, determinata ad aiutare chi è costretto a rimanere. Come il piccolo Irakli, convinto che la madre emigrata in Grecia tornerà per lui…

Il libro è stato cofinanziato dal programma Europa creativa dell’Unione europea

Autori

Nana Ekvtimishvili
Nata a Tbilisi nel 1978, è scrittrice e regista. Il campo delle pere, suo primo romanzo, è entrato nella longlist del Booker Prize 2021, ha ottenuto numerosi riconoscimenti letterari ed è stato tradotto in diverse lingue. Come regista, il suo lungometraggio In Bloom ha vinto premi ai festival di Berlino, Hong Kong, Tokyo, Parigi, Los Angeles e Sarajevo, ed è stato selezionato per gli Oscar 2014 come miglior film in lingua straniera.

Ruska Jorjoliani
Nata nel 1985 a Mestia, in Georgia, dal 2007 vive stabilmente a Palermo. Inizia a scrivere dieci anni fa, in italiano. Nel 2009 vince il premio MondelloGiovani SMS Poesia con un componimento dedicato a Dino Campana. Nel 2015 esordisce con La tua presenza è come una città (Corrimano Edizioni), di cui nel luglio 2018 è uscita la traduzione tedesca. Tre vivi, tre morti è il suo secondo romanzo.

Rassegna stampa