Georgi Gospodinov

E tutto divenne luna

a cura di Giuseppe Dell’Agata

Sírin
2018, Brossura 14,5x20,5
ISBN: 9788862433532

€ 16,00
  • Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello
  • Altre edizioni
Scheda libro

Un amore di gioventù e la promessa di rincontrarsi a distanza di quarant’anni; un orfano che sceglie come padre il busto di Stalin; due emigrati bulgari che si uniscono in matrimonio alle cascate del Niagara, mentre nel loro paesino d’origine parenti e concittadini partecipano a un pranzo di nozze senza gli sposi; un uomo che si aggira per Lisbona in cerca di una fiamma del passato; una quarantenne che rinuncia ai suoi propositi suicidi a causa dell’attacco alle Torri Gemelle... Diciannove storie scritte in epoche diverse e innescate da invenzioni tematiche e stilistiche brillanti e originali. Diciannove storie in bilico fra sole e luna, fra malinconia e umorismo, che parlano della fragilità della condizione umana per rintracciare il sublime che si disvela nel quotidiano, per ricordarci che è sempre possibile cambiare prospettiva. Se un giorno il sole si smorzasse, come sceglieremmo di impiegare gli ultimi 8 minuti e 19 secondi di vita ancora a nostra disposizione?

Autore

Georgi Gospodinov
Nato a Jambol nel 1968, è poeta innovativo e raffinato, prosatore e studioso di letteratura, oggi considerato lo scrittore più talentuoso della Bulgaria. Con il suo esordio narrativo, Romanzo naturale (Voland 2007), accolto come una vera rivelazione, ha immediatamente incontrato il favore di critica e pubblico che ne hanno decretato lo straordinario successo, e ha ottenuto il primo premio del concorso Razvitie per il romanzo bulgaro contemporaneo. È tradotto in diciannove lingue.
Di Gospodinov Voland ha pubblicato la raccolta di racconti ...e altre storie (2008) e il romanzo Fisica della malinconia (2013), con il quale nel 2014 è stato finalista del Premio Von Rezzori e del Premio Strega Europeo.
Quella italiana è la prima traduzione mondiale del nuovo romanzo Cronorifugio, con il quale l’autore si è aggiudicato per la seconda volta il prestigioso Premio letterario nazionale per il romanzo bulgaro dell’anno.
Di lui è stato detto: “Definito il Milan Kundera della Bulgaria per i suoi viaggi nel mondo interiore, potrebbe essere accostato anche a Friedrich Dürrenmat per la sua riscrittura del mito del Minotauro, ma a ben vedere Georgi Gospodinov è uno scrittore unico.”

Rassegna stampa

GIANLUCA VENEZIANI, Libero, 19/11/2019
Il ritorno dei racconti

Davide Franchetto, Il Corriere Torino, 27/07/2019
Se l’apocalisse di Gospodinov è il più struggente dei tramonti

Maurizio Vicedomini, Rivista Grado Zero, 13/02/2019
Dove cerchiamo ciò che manca. E tutto divenne luna, Gospodinov

Sara G., La divoratrice di libri, 25/01/2019
Recensione

Vanni Santoni, La Lettura del Corriere della Sera, 13/01/2019
Hanno assassinato la fisarmonica

Alessandra Farinola, Mangialibri, 08/01/2019
Recensione

Giovanni Canadè, Modulazioni temporali, 26/12/2018
Recensione

Nicola Vacca, Gli amanti dei libri, 13/12/2018
Recensione

Alessandra Fontana, La lettrice controcorrente, 03/12/2018
Recensione

Paola Zoppi, LuciaLibri, 05/02/2020
Gospodinov: “Si scrive per sognare e non aver paura”

Mario Bonanno, SoloLibri, 24/01/2019
Recensione

Eva Luna Mascolino, Il rifugio dell’ircocervo, 20/11/2018
“E tutto divenne luna”, ovvero 19 affascinanti racconti bulgari

Andrea Bajani, la Repubblica, 04/11/2018
Apocalypse No