Responsive image
Giorgio Manacorda

Il cargo giapponese

Intrecci
2014, epub

ISBN: 9788862432306
€ 4,99
Acquista da Acquista da Acquista da
Aggiungi a wishlist Aggiungi a wishlist Aggiungi a wishlist
Altre edizioni
Scheda libro

Un cargo battente bandiera giapponese si schianta su una banchina del porto di Cagliari. È completamente vuoto: nessun carico e niente equipaggio. Sembra una nave fantasma. Il questore di Cagliari chiama a indagare un suo antico compagno di corso, il commissario poeta Sperandio, che vive esiliato tra i monti della Barbagia, senza amici e senza una donna, in simbiosi con il suo cane. Il modo di procedere di Sperandio è poco ortodosso, al limite della follia – eppure comincia a intravedersi la soluzione. Prima di risolvere l’enigma dovranno morire dieci giapponesi. E dovrà nascere un amore.

Autore

Giorgio Manacorda

Nato a Roma nel 1941, con il suo primo romanzo, Il corridoio di legno (Voland 2012), è stato uno dei dodici finalisti del Premio Strega. Dello stesso autore Voland ha pubblicato Delitto a Villa Ada (2013), Il cargo giapponese (2014) il racconto Pasolini a Villa Ada (2014) ‒ da cui è stato tratto uno spettacolo teatrale ‒, e Terrarium (Voland 2015). Scrivo per te mia amata (Scheiwiller 2009) e Viaggio al centro della terra (Elliot 2014) sono i suoi più recenti volumi di versi. La poesia è la forma della mente (De Donato-Lerici 2002) è il suo ultimo libro sulla poesia.

Rassegna stampa
SPAZIOTERZOMONDO, 30/03/2015

Recensione

Fabrizio Quadranti, Cooperazione, 05/08/2014

Nave Fantasma

Alias, il manifesto, 26/07/2014

Scheda

ilpostodelleparole TRS - radio Piemonte, 05/07/2014

Conversazione di Livio Partiti con Giorgio Manacorda

affarinostriinformand.blogspot.it, 25/06/2014

Recensione

mangialibri.com, 14/06/2014

Scheda

Offline, 07/05/2014

letteratura.rai.it

Chiara Beretta Mazzotta, Bookblister. Libri in taxi, 01/05/2014

Recensione video

GIACOMO VERRI, l'Unità, 18/04/2014

È un giallo la nave delle illusioni perdute

Giorgio Manacorda, Unione sarda, 20/03/2014

Un nuovo caso cagliaritano per Sperandio