Responsive image
Emil Cioran

Breviario dei vinti II

70 frammenti inediti

traduzione e cura di Cristina Fantechi

Intrecci
2016, pp. 112, Brossura 12x16,5

ISBN: 9788862432009
€ 13,00
Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello € 13,00
Aggiungi a wishlist Aggiungi a wishlist Aggiungi a wishlist
Scheda libro

Ultimo testo redatto in romeno tra il 1941 e il 1944, il Breviario dei vinti II è rimasto allo stato di manoscritto finché Cioran fu in vita. Ritrovato tra le carte dell’autore solo dopo la sua morte, è un’opera illuminante per comprendere l’evoluzione interiore dello scrittore: esule nella Parigi dell’occupazione tedesca, impegnato quasi in un corpo a corpo con la lingua materna. Qui, un linguaggio ancora tellurico, a volte oscuro, a volte ravvivato da improvvise accensioni, fornisce il quadro di un pensiero aforistico, sprezzante delle contraddizioni fino all’insolenza, intollerante dei limiti della ragione, fra echi dell’antica scuola cinica e accenti di religiosità che lasciano intravedere i colori della gnosi.

Autore

Emil Cioran

Nato Rășinari (Romania) nel 1911, esordisce in letteratura a ventidue anni con Al culmine della disperazione. Nel 1937 vince una borsa di studio grazie alla quale si reca a Parigi, dove si stabilisce definitivamente nel 1941 per consacrarsi alla scrittura, conducendo una vita modesta e tenendosi lontano dalla mondanità parigina. Frequenta pensatori e autori a lui affini come Ionesco, Beckett e Michaux e comincia a scrivere i suoi aforismi in un francese estremamente cesellato. Confessioni e anatemi, uscito nel 1987, è l’ultimo suo libro pubblicato in vita. Muore a Parigi nel 1995.