Responsive image
Roland Topor

Memorie di un vecchio cialtrone

a cura di Carlo Mazza Galanti

Intrecci
2013, pp. 160, Brossura 14,5x20,5

ISBN: 9788862431521
€ 14,00
Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello € 14,00
Aggiungi a wishlist Aggiungi a wishlist Aggiungi a wishlist
Scheda libro

Chi crede di conoscere la cultura del ’900 dovrà riconsiderare le proprie certezze. I manuali, le storie dell’arte hanno perpetuato il malinteso. Una mistificazione epocale ci ha tenuti all’oscuro della Verità. In queste pagine finalmente si riscrive la storia culturale del secolo breve. Le grandi opere, le grandi personalità, saranno ridimensionate. I meriti ridistribuiti. La genesi dei capolavori ricomposta. L’ordine dei movimenti sovvertito. Una sola persona può permettersi di parlare a nome di tutti, un uomo soltanto possiede il bandolo della matassa. Che quest’uomo sia un autentico genio, l’eminenza grigia, il marionettista che opera dietro tutte le quinte, e allo stesso tempo che si tratti di un povero imbecille, di un vecchio farneticante incapace di tenere la bocca chiusa per spararla grossa a ogni minima occasione, è una contraddizione che sembrerà soltanto apparente una volta giunti alla fine delle sue clamorose Memorie.

Autore

Roland Topor

(1938-1997) È una delle più atipiche e interessanti figure artistiche del secondo ’900 francese. Personalità eclettica, celebre illustratore e sorprendente narratore, autore dell’Inquilino del terzo piano (da cui è stato tratto l’omonimo film di Roman Polanski), è stato fondatore del “movimento panico” insieme a Jodorowsky e Arrabal.