Zachar Prilepin

Il peccato

a cura di Nicoletta Marcialis

Sírin
2012, Brossura 14,5x20,5
ISBN: 9788862431286

€ 15,00
  • Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello
  • Altre edizioni
Scheda libro

Un romanzo fatto di frammenti. Dieci storie ispirate alla vita di Zachar Prilepin prima che diventasse scrittore di successo. Zachar ragazzino, alle prese con i primi turbamenti erotici. Zachar che vive alla giornata. Zachar che cambia mille mestieri, scarica camion e scrive poesie. Zachar becchino e buttafuori. Zachar innamorato. Zachar padre. Zachar sergente in Cecenia. Zachar che trabocca d’amore per la vita, ma vive nel pensiero della morte, nell’idea che per sconfiggere la ripugnante, vergognosa paura della morte occorra sfidarla, andarle incontro, farne una scelta consapevole. Zachar ossessionato dalla paura dell’umiliazione. Zachar umiliato. Rifratta nelle tessere di un mosaico emerge la personalità di un eroe scisso, che ha fatto della virilità un epos, pur cogliendone l’intima fragilità, e finirà schiacciato sotto il peso di una visione acuta e tragica dei destini della Russia post-socialista.

Con questo romanzo lo scrittore ha vinto nel 2011 il Super National Bestseller Award come miglior libro degli ultimi dieci anni in Russia.

Per la traduzione del Peccato Nicoletta Marcialis ha vinto per il Premio internazionale “Rossija-Italija”

“Prilepin, a nemmeno quarant’anni, è riconosciuto, nel suo paese e all’estero, come uno dei migliori scrittori russi.” EMMANUEL CARRÈRE

“...una delle rivelazioni della giovane letteratura russa: Zachar Prilepin.” LUCIANA CASTELLINA

Autore

Zachar Prilepin
Romanziere tra i più noti del suo paese, ha vinto numerosi e importanti riconoscimenti letterari, fra cui il Nacional’nyj Bestseller nel 2008 e il Super Nacional’nyj Bestseller nel 2011. Amato e odiato, soprattutto per le sue posizioni politiche, affronta nel monumentale, vendutissimo e pluripremiato Il monastero un tema spinoso e attuale, quello del rapporto di un paese con la propria storia. Il romanzo ha ottenuto nel 2014 i premi Kniga Goda (Libro dell’anno) e Bol’šaja Kniga (Grande libro), nel 2016 il premio Ivo Andrič e il premio del Governo Federale russo per la cultura.

Rassegna stampa

Anna Borrelli, MangiaLibri, 10/10/2013
Scheda

[A.ZAF.], La Stampa, 27/06/2013
Gli intellettuali di sinistra gli scrivono

Elisa Cianca, www.flaneri.com, 18/04/2013
Recensione

Franco Cordelli, La lettura - Corriere della sera, 03/02/2013
Prilepin è molto meglio di Limonov

, Lo Straniero, 01/02/2013
Scheda

Erika Di Giulio, Fuori le Mura, 28/01/2013
Non chiedermi se sono felice: tragicamente Prilepin

Valentina Parisi, Alias (il manifesto), 30/12/2012
Una finzione di patria: la Russia postsovietica e le sue ferite aperte

Zachar Prilepin, La Lettura, 23/12/2012
L'incursione

Lucio Morawetz, La Repubblica (ed. Milano), 22/12/2012
Un viaggio nella Russia con Carrère e Prilepin

Mauretta Capuano, www.ansa.it, 16/12/2012
Scheda

Goffredo Fofi, Internazionale, 13/12/2012
Violenza pubblica e privata

Simone Paliaga, Libero, 06/12/2012
il nazionalbolscevico canta la nuova Russia

Laura Badaracchi, Avvenire, 06/12/2012
Prilepin: «La Russia si va disintegrando»

Nicoletta Marcialis, Il mucchio, 01/12/2012
Scheda

Marco Missiroli, Rolling Stone, 01/12/2012
Giovani uomini in bilico

Nadia Caprioglio, TuttoLibri, 24/11/2012
Il peccato dell'uomo è vivere da servo

Wlodak Goldkorn, L'Espresso, 22/11/2012
Grigio Russia

Carlo Mazza Galanti, D di Repubblica, 17/11/2012
I racconti di un quasi Limonov

, Pubblico, 15/11/2012
Scheda

p.m., Il Venerdì di Repubblica, 02/11/2012
E il suo allievo scrittore racconta il peccato

Domenico Gallo, Pulp, 01/11/2012
Intervista