Vladimir Majakovskij

(1893-1930) Esordisce nel 1913 come poeta e illustratore a fianco dei cubofuturisti. Personalità prepotente e animata da un gusto estremo per la provocazione: celebri i suoi travestimenti e le scandalose performance alle serate futuriste. Dopo la rivoluzione lavorò alla Rosta, l’agenzia telegrafica russa, realizzando manifesti di propaganda con immagini e slogan, quindi, nel 1923, divenne direttore della rivista “Lef” (Fronte di Sinistra delle Arti). Morì suicida nel 1930, figura ormai isolata in un mondo che sentiva sempre più estraneo.
Responsive image
Vladimir Majakovskij
(nuova edizione)
2004, pp. 192, Brossura 14,5x20,5
ISBN: 9788888700236
€ 12,00